Il Decreto Legislativo n. 33 del 2013 prevede il riordino della disciplina relativa agli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni. In questa sezione il GAL pur non essendo un P.A., ritiene di dover provvedere, in quanto gestore di fondi pubblici, al costante aggiornamento delle informazioni di propria competenza.

Si precisa che le informazioni pubblicate per finalità di pubblicità e trasparenza su questo sito web sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (Dir. comunitaria 2003/98/CE e D. Lgs. 36/2006). Non è consentito l’uso dei dati per fini commerciali, di propaganda elettorale o comunque per ragioni non pertinenti alla trasparenza, in applicazione del D. Lgs. 33/2013.

Ultimo aggiornamento:  08/10/2018

  • A. Disposizioni Generali

    a.1 Informazioni sulla società

    Il Gruppo di Azione Locale G.A.L. Serre Calabresi è una rete di attori pubblici e privati nata nel 1997 con l’obiettivo prioritario di promuovere lo sviluppo rurale attraverso la gestione e la realizzazione del P.A.L. (Piano di Azione Locale) finanziato dall’Iniziativa Comunitaria LEADER II.

    Concluso il programma LEADER II (2001), negli anni il GAL si è affermato come Agenzia di Sviluppo Locale diventando il punto di riferimento per la programmazione nel territorio delle Serre Calabresi di diversi progetti territoriali. Oltre ai Piani di Sviluppo Locale (P.S.L.) promossi ed attuati in adesione alla metodologia dell’approccio LEADER, il GAL è il soggetto promotore di diversi Progetti Integrati (PIAR, PIT, PIS, e PIF) e di nuove reti di partenariato (Distretto Rurale, Gruppo di Azione Costiera, Piano Locale per il Lavoro) che si pongono come obiettivo strategico la crescita economica e sociale del territorio calabrese con il coinvolgimento attivo dei partner territoriali, nei settori delle produzioni agricole, dell’artigianato e della valorizzazione dei prodotti tipici, della valorizzazione e promozione del turismo rurale e della cooperazione con altri GAL europei.

    Il territorio di riferimento del GAL comprende 35 comuni del basso ionio catanzarese con un’estensione di 795,93 Km2 ed una popolazione di 95.614 abitanti(ISTAT 2015). L’area delle “Serre Calabresi” può identificarsi con la porzione di territorio della provincia di Catanzaro delimitata a nord dal confine amministrativo dei Comuni di Borgia e San Pietro a Maida, a sud dal confine amministrativo del comune di Guardavalle, ad ovest dal confine tra le province di Catanzaro e Vibo Valentia e ad est dal mare Ionio. All’interno di questo comprensorio si alternano centri urbani sviluppati in prossima della costa con altri più collinari o prettamente montani, in una grande varietà di paesaggi naturali, di colture, di culture e di tradizioni.

    E’ possibile scaricare i Regolamenti di riferimento della Società.

    a.1.2 Compagine sociale (all’interno dopo aver cliccato il link)

    SOCI

    Il GAL Serre Calabresi è una società consortile a responsabilità limitata a capitale pubblico-privato. La sua compagine sociale è diffusa e rappresentativa del settore pubblico e socio-economico del territorio: ad oggi il GAL conta 160 soci con un capitale sociale suddiviso in 1.341 quote. Fanno parte del GAL quasi tutti i comuni dell’area delle Serre Calabresi, le Organizzazioni di Categorie del settore agricolo, le organizzazioni sindacali, diverse imprese agricole e di altri settori produttivi, associazioni turistiche, del no-profit e del terzo settore.

    Il GAL è amministrato dal Presidente e da un Consiglio di Amministrazione composto da 11 membri di cui 6 espressione dei soci di parte privata e 5 di parte pubblica.

    L’attuale Presidente del C. di A. è Marziale Battaglia. I consiglieri di amministrazione in rappresentanza dei soci pubblici sono Filippo Giovanni De Stefani, Claudio Foti, Francesco Scalfaro e Fernando Sinopoli. I consiglieri di parte privata sono Domenico Buttiglieri, Gaetano Costa, Cirillo Giovanni, Bongarzone Rocco Pietro, Giuseppe Rotiroti e Santo Sestito.

    Le attività di natura amministrativa, tecnica ed operativa sono svolte dall’Ufficio di Piano, quale organismo operativo e di attuazione del PAL. Tale ufficio è composto: dal Responsabile di Piano, dall’area amministrativa-contabile (Responsabile Amministrativo e Finanziario e collaboratori) e dall’area tecnica (Responsabile Tecnico e collaboratore tecnico).

    SOCI PUBBLICI (elenco)

    SOCI PRIVATI    (elenco)

    a.1.3 Regolamenti vigenti

    Scaricabili alla pagina dedicata (all’interno dopo aver cliccato il link*)

    Il GAL Serre Calabresi

    Il Gruppo di Azione Locale (GAL) Serre Calabresi è una società consortile a responsabilità limitata, costituita il 12 maggio 1997 per attuare il Piano di Azione Locale LEADER II

    LEADER è l’acronimo di Liaison Entre Actions de Developpement de l’Economie Rurale (legame tra le azioni di sviluppo dell’economia rurale) ed opera nell’ambito del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR).

    All’interno del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Calabria  2014-2020, il GAL opera nell’attuazione della Misura 19 “Sostegno allo sviluppo Locale LEADER”, misura che sostiene lo sviluppo locale di tipo partecipativo nelle zone rurali a livello di territori subregionali specifici.

    Gli ambiti tematici su cui il GAL Serre Calabresi si propone di operare nella programmazione 2014-2020 attraverso il PAL “SPES” – Strategia per (Re) Stare, sono:

    A Crescita delle produzioni agroalimentari tipiche e dell’artigianato locale

    (Obiettivi strategici da A a E con i relativi loghi inseriti nella brochure)

    Nella gestione delle risorse assegnate dall’Autorità di Gestione Regionale per l’attuazione della Strategia di Sviluppo Locale LEADER di tipo partecipativo, il GAL, fra gli altri compiti, dovrà: rafforzare la capacità dei soggetti locali di elaborare e attuare operazioni, anche stimolandone le capacità di gestione dei progetti, preparare e pubblicare gli inviti a presentare proposte o un bando permanente per la presentazione di progetti, compresa la definizione dei criteri di selezione, ricevere e valutare le domande di sostegno.

    L’espressione “sviluppo locale di tipo partecipativo” è utilizzata dalla Commissione europea per descrivere un approccio che rovescia radicalmente la tradizionale politica di sviluppo di tipo “top-down” (dall’alto verso il basso) introducendo l’approccio “bottom-up” (dal basso all’alto). Con il CLLD è direttamente il territorio a formare un partenariato locale che elabora e attua una strategia di sviluppo integrato. La strategia è concepita in modo da svilupparsi sulla base dei punti di forza sociali, ambientali ed economici, ossia sul patrimonio della comunità, piuttosto che limitarsi a compensarne i problemi.

    Fine pagina link*

    a.1.3 Riferimenti normativi su organizzazione e attività

    Regolamento UE 1303/13 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca

    Regolamento UE N_1305_2013

    Regolamento UE N_103_2013

    PSR Calabria  2014-2020

    Disposizioni Attuative Misura 19 – PSR Calabria

    Decreto approvazione PAL

    Decreto assegnazione risorse

    Decreto approvazione schema di convezione

  • B. Organizzazione

    ORGANI DI INDIRIZZO POLITICO-AMMINISTRATIVO

    b.1. Assemblea dei Soci

    • ANNO 2017

    Verbale del 20/03/2017 (pdf)

    Estratto verbale assemblea soci “Elezione del presidente e del CdA 2017-2021”

    Verbale del 30/06/2017 (pdf)

    • ANNO 2018

    b.2 Consiglio di Amministrazione

    Composizione

    • Dichiarazioni patrimoniali, reddituali e CV amministratori di nomina pubblica 2018-2020 (art. 14 D. Lgs. 33/2013)
    • Sestito (Modello 730 pdf)
    • Buttiglieri (PF 2017 pdf)
    • Costa (PF 2017 pdf)
    • Verbali CDA

    ANNO 2017

    (7 FILE PDF)

    ANNO 2018

    Verbale Maggio 2018

  • C. Consulenti e collaboratori

    Consulenti e collaboratori

    Elenco degli incarichi conferiti per consulenza o collaborazione Art. 15 D. Lgs. 33/2013

    FILE

    • Collaborazioni consulenze 2017
    • Collaborazione consulenze 2018 (pdf)
  • D. Personale dipendente

    Obblighi di pubblicazione concernenti la dotazione organica, artt. 16 e 17 – D. Lgs. 33/2013.

    • Personale dipendente 2017
    • Personale dipendente 2018
  • E. Bandi di concorso

    • Avviso pubblico selezione ufficio di Piano (N. 5 pdf)
    • Graduatorie (N. 5 pdf)
  • F. Performace

    Non attinente

  • G. Enti controllati

    Non ci sono enti controllati

  • H. Controlli sulle imprese

    Non ci sono imprese controllate

  • I. Bandi di gara e contratti

  • J. Sovvenzioni, contributi, sussidi e vantaggi economici Sovvenzioni, contributi, sussidi e vantaggi economici (Beneficiari PSL)

    Ottemperando a quanto previsto dagli obblighi di informazione di cui al Decreto Legislativo n. 33 del 2013 (artt. 26 e 27), il GAL Serre Calabrese pubblica le concessioni rilasciate con atti adottati dal 20 aprile 2013 (data di entrata in vigore del D. Lgs. 33/2013).

    Il Responsabile dei procedimenti amministrativi di concessione dei contributi è il dott. Gregorio Muzzì

    Di seguito scaricabile il file in formato tabellare aperto

    File (Excel o pdf)

  • K. Bilanci della società

    Bilancio anno 2017

  • L. Beni immobili e gestione patrimonio

    Nessun articolo trovato O Sessione vuota

  • M. Controlli e rilievi sull’amministrazione

    Nessun articolo trovato O Sessione vuota

  • N. Servizi erogati

    Nessun articolo trovato O Sessione vuota

  • O. Pagamenti dell’amministrazione

    Nessun articolo trovato O Sessione vuota

  • P. Opere pubbliche

    Nessun articolo trovato O Sessione vuota

  • Q. Pianificazione e governo del territorio

    PLS

    PSC

  • R. Informazioni ambientali

    Nessun articolo trovato O Sessione vuota

  • S. Interventi straordinari di emergenza

    Nessun articolo trovato O Sessione vuota

  • T. Altri contenuti

    ACCESSO CIVICO – art. 5 D. Lgs. 33/2013

    Ai fini dell’applicazione dell’istituto dell’accesso civico, così come disposto dall’art. 5 del D. Lgs. 33/2013, si indicano i relativi riferimenti:

    Responsabile del procedimento, al quale indirizzare le istanze di accesso civico: Dott. Gregorio Muzzì

    Indirizzo PEC: galserrecalabresi@pec.it